Regolamento esame di Laurea

Art. 1 - Finalità della prova

La prova finale per conseguire il titolo di Dottore di primo livello in Informatica consiste nella presentazione e discussione di un elaborato davanti ad un’apposita Commissione che attribuisce il voto finale di Laurea.

 

Art. 2 - Tipologie della prova

L’elaborato di cui all’articolo 1 può essere:

I) un progetto software svolto in autonomia dal candidato presso l'Università o presso un Ente o Azienda esterna con la direzione e assistenza di almeno un tutor universitario e di un eventuale tutor aziendale,

II) un elaborato di rassegna svolto in autonomia su argomento assegnato da un tutor universitario con spunti progettuali.

 

Art. 3 – Assegnazione dei Progetti

Il Corso di studi tramite i singoli docenti, curerà la pubblicazione di una lista di progetti disponibili indicandone tipologia e nome dei tutor universitari disponibili a seguire tali progetti. Ciascun candidato, iscritto al terzo anno, al terzo ripetente o al fuori corso finale che abbia conseguito non meno di 120 crediti (esclusi i crediti formativi relativi allo stage) potrà chiedere l'assegnazione di un progetto indicando, in ordine di preferenza tre progetti. Una apposita commissione assegnerà i progetti ai richiedenti.

 

Art. 4 - Durata del lavoro di progetto finalizzato alla prova finale

In ogni caso, poiché il carico complessivo di lavoro per la preparazione della prova finale e l'esame finale prevede crediti 6, il carico di lavoro dello studente nello svolgimento e redazione del progetto non dovrà superare le ore 150.

 

Art. 5 - Procedura obbligatoria “Lauree su portale studente”

Il candidato all’Esame finale di Laurea dovrà seguire l’iter delle procedure di laurea sul portale studente.

 

Art. 6 - Scadenze

La procedura di cui all’articolo 5 deve rispettare le seguenti scadenze:

  • 2 mesi prima dell’appello: compilazione domanda;
  • 1 mese prima dell’appello: compilazione foglio tesi;
  • 15 giorni prima dell’appello: superamento ultimi esami;
  • 15 giorni prima dell’appello: invio file tesi.

 

Art. 7 - Sessioni di esame di laurea

Si terrà almeno un esame di laurea per ogni sessione di esami di profitto. In particolare sono previste una sessione estiva (giugno-luglio), una autunnale (settembre-dicembre) e una straordinaria (marzo-aprile). Il calendario delle sessioni e delle date degli esami di laurea sarà deliberato dal Consiglio Corso di Studi con largo anticipo.

 

Art. 8 - Commissione di esame finale

La Commissione di Laurea è composta di sette docenti del Corso di Studi nominati di volta in volta dal Presidente del Corso di Studi secondo le norme previste dal Regolamento didattico di Ateneo. Presiede la Commissione il Presidente del Corso di Studi, o, in sua assenza, da un professore da lui nominato.

 

Art. 9 - Adempimenti della Commissione

La Commissione terrà una seduta pubblica.

Nel corso della seduta, per ciascun candidato, la Commissione:

a) esamina la documentazione prodotta dai candidati;

b) ascolta la relazione di ciascun candidato circa l’attività progettuale svolta;

c) esamina la media di profitto per tutti i crediti conseguiti dal candidato;

d) assegnerà i crediti pertinenti alla prova finale e alla sua preparazione;

e) proclama laureato in Informatica il candidato, ovvero qualora l'esito dell'esame risulti insoddisfacente invia il candidato a un successivo appello per la prova finale.

 

Art. 10 - Criteri per la formulazione del voto finale

Nel pieno rispetto dell’autonomia della Commissione di Laurea, si raccomandano le seguenti regole.  Il punteggio finale (in centodecimi) è attributo come segue:

a) Il Voto Base è ottenuto dalla media, pesata in base ai crediti, dei voti conseguiti nei singoli corsi che prevedono un voto. Tale media pesata è successivamente convertita in centodecimi. Il voto base è incrementato di 0.5 per ciascuna lode conseguita negli esami di profitto.

b) Incremento del voto di base di cui al comma precedente da determinarsi in base alla qualità del lavoro progettuale o di rassegna svolto, alla qualità della documentazione prodotta e alla qualità della presentazione del candidato. Ogni relatore propone un incremento del voto base in relazione alla qualità del lavoro di Tesi e alla qualità della presentazione del candidato, da sottoporre al giudizio della Commissione. Gli incrementi massimi sono fissati secondo il seguente schema:

per elaborati finali di tipo I) fino a punti 8/110

per elaborati finali di tipo II) fino a punti 4/110

c) Bonus:

- è prevista una assegnazione aggiuntiva di un bonus pari a punti 2 per gli studenti che completino la Laurea entro la prima sessione di Laurea (Marzo-Aprile) del quarto A.A. dalla prima iscrizione del candidato. Sono esclusi dal bonus gli studenti che abbiano acquisito più di 36 crediti per convalida da insegnamenti di altri Corsi di Studi, ad eccezione dei crediti convalidati all'estero nell'ambito di specifiche convenzioni. Nel caso di studenti con Disabilità o con DSA vengono attribuiti 2 punti se la laurea è conseguita nei tempi della durata legale del CdS incrementata di 1 anno per gli studenti con DSA e 2 anni per gli studenti con disabilità. Le condizioni di disabilità o di DSA dovranno essere verificate attraverso le certificazioni in possesso del CInAP. Qualora lo studente non avesse richiesto il supporto del CInAP, egli stesso dovrà presentare apposita certificazione presso gli uffici del CInAP ai fini dell’ottenimento della suddetta premialità.

- Per gli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero (Programma Erasmus, Tirocini) per un periodo di almeno tre mesi, è previsto un incremento aggiuntivo pari a 0.5 punti. Tale valore può essere incrementato fino ad un massimo di punti 1.5, sentito il parere in merito, del delegato all’internazionalizzazione.

d): Lode: la lode è attribuita con decisione unanime della Commissione, su proposta del Relatore universitario, agli studenti che abbiano raggiunto, attraverso i passi a) e c) del presente articolo, un voto non inferiore a 103/110.